«« retour

Partager sur Facebook | Partager sur Twiter | Partager | Imprimer | A+ | A- | A=Politica della città in materia di sosta dei pullman

[25/11/2004]
La politica globale del Comune di Parigi mira a conciliare gli imperativi della salute pubblica e dell'attività economica del turismo, considerando l'evoluzione del modo di circolazione. Questa politica conduce ad una migliore gestione della presenza dei bus nella città, particolarmente con un'organizzazione del parcheggio sulla strada pubblica.

Parigi riceve ogni anno 26 milioni di visitatori, fra i quali 60 % di stranieri. Turismo è uno dei settori importanti per la città riguardando il mercato del lavoro, le attività economiche e la fama internazionale. Pero, quest'attività deve anche prendere in considerazione gli desideri espressi dai Parigini per una migliore qualità di vità, non sempre compatibile con la circolazione ed il parcheggiare dei bus turistici, particolarmente vicino ai luoghi più frequentati. Infatti, nella alta stagione, circa 2000 bus circolano e parcheggiano durante il giorno a Parigi. Questo costituisce un autentico problema per l'ambiente. Per ottenere una migliore armonia fra questi due aspetti, la Municipalità Parigina ha deciso di esaminare le regolazioni per i bus di turismo, in cooperazione con i professionisti concernetti e la Prefettura di Polizia. La politica globale del Comune di Parigi mira a conciliare gli imperativi della salute pubblica e dell'attività economica del turismo, considerando l'evoluzione del modo di circolazione. Questa politica conduce ad una migliore gestione della presenza dei bus nella città, particolarmente con un'organizzazione del parcheggio sulla strada pubblica.L'obiettivo è di dominare la presenza nella città del bus in quanto mezzo di trasporto turistico e di offrire alternative credibili agli organizzatori di viaggi e di congressi per il trasporto di gruppi.I nuovi orientamenti derivati di questa riflessione hanno dato le prime misure seguenti:
- La creazione di un forfait per il parcheggio nello scopo di facilitare ed incoraggiare l'uso dei parcheggi esistenti, spesso sotto-utilizzati (giugnio 2003);
- La messa a disposto dalla Città nelle principali sfere di uso per i passeggeri di rappresentanti per l'accoglienzia e l'orientamento degli autista fino a i parcheggi disponibili;- La creazione in Parigi di nuovi parcheggi per bus nelle o fuori delle strade pubbliche, principalmente nella periferia (PassAutocar);
- Un migliore controllo del rispetto della regolazione del parcheggio;
- La creazione di un service internet per l'informazione dei professionisti, autista e delle ditte di bus per fare conoscere il funzionamento del sistema, le possibilità di parcheggio et le condizioni del traffico in termine reale;
- La creazione di una linea telefonica per conoscere in termine reale i posti disponibili nei principali parchi di parcheggio (giugnio 2003);
- Il miglioramento dei segnali riguardando il turismo per facilitare la legibilità e la comprensione, particolarmente per gli autista stranieri;
- L'esame caso per caso con i professionisti del parcheggiare nei siti turistici per trovare una soluzione locale, prendendo in considerazione gli aspettative degli abitanti;
- La creazione di soluzioni di trasporto alternative come mezzi di trasporto pendolari nel fiume, nel mese di aprile 2003, per giungere Notre-Dame.Prima tappa di un piano più globale per sviluppare un turismo di qualità per la città ed i suoi abitanti, questa procedura sarà completata in seguito ad un dialogo con i professionisti durante i prossimi mesi, particolarmente per la creazione di aree supplementari di parcheggio alle porte della città.

La carte de Paris - nouvelle fenêtre

La carte de Paris